Allergie e Intolleranze Alimentari

tipologie intolleranze alimentari incibus

Allergie e intolleranze vengono spesso confuse, hanno in comune una reattività del sistema immunitario ma presentano due meccanismi diversi:

Le Allergie sono una reazione del sistema immunitario acuta e immediata che si verifica a contatto con una sostanza definita “allergene”.

Le Intolleranze invece determinano una reazione lenta ma graduale che porta al superamento del cosiddetto “valore di soglia”, oltre il quale compaiono sintomi sia intestinali che extra-intestinali con disturbi poco piacevoli.

Il sistema immunitario in breve

Per comprendere meglio la loro differenza è necessario parlare in breve del nostro sistema immunitario. I linfociti B, cellule del sistema immunitario, producono le immunoglobuline Ig, che sono gli anticorpi che reagiscono ad un corpo estraneo definito antigene. Ci sono diversi tipi di immunoglobuline. Quelle che giocano un ruolo da protagonista nelle allergie sono le immunoglobuline E (IgE). Promuovono una potente reazione antinfiammatoria che si manifesta in modo immediato con i sintomi dell’allergia. I linfociti che producono le IgE si trovano prevalentemente in polmoni e cute e quando alla predisposizione genetica si sommano fattori ambientali di disturbo (polvere, polline, pelo animale, etc..) il sistema immunitario va sotto stress e innesca la reazione allergica. Una persona allergica quindi non ha la capacità di regolare in modo efficiente una corretta risposta immunitaria.

Il meccanismo dell’intolleranza

Nelle intolleranze alimentari invece la reazione immunitaria è molto ritardata e presenta conseguenze e sintomatologie diverse. Per alcuni aspetti, l’intolleranza può essere considerata un’allergia silente, subdola, che porta ad uno stato di infiammazione cronica in cui il sistema immunitario si squilibra in seguito ad uno stimolo ripetuto.

Nel caso dell’intolleranza è il sistema immunitario della mucosa intestinale ad entrare in gioco e, a contatto con macromolecole di alimenti non completamente digeriti e/o considerati pericolosi, produce, attraverso una complessa risposta, immunoglobuline di tipo A (IgA). Diversamente dalla IgE che scatenano una reazione infiammatoria acuta e rapida, le IgA creano una situazione di leggera ma costante infiammazione cronica dell’organismo con sintomi sia intestinali che extra-intestinali. Se le cause che portano all’intolleranza non si risolvono, la produzione delle immunoglobuline A continua, portando al superamento del valore di soglia (e quindi di tolleranza) dell’organismo, con conseguenze poco piacevoli per la salute.

Allergie e intolleranze coinvolgono molti attori, fra cui il già citato sistema immunitario, i processi digestivi, la flora batterica intestinale e la costituzione di una persona. Tutti questi aspetti verranno regolarmente approfonditi nel nostro blog.

Veronica Pacella –  Biologa Nutrizionista e collaboratrice di Incibus.com