Thailandia senza glutine: la cura del riso

food-1835565_640 Thailandia per celiaci

 

Supponiamo che Natale sia arrivato e se ne sia andato già da un mese.  Supponiamo che gli affari tra gennaio e febbraio vadano a rilento. O, semplicemente, che abbiate voglia di godervi un po’ di caldo in anticipo sull’estate.

20161105_101807Quale potrebbe essere la soluzione?

Ma concedervi un bel viaggio, naturalmente!

Vediamo… e per chi soffre di celiachia? Che Paese si potrebbe consigliare di visitare? Un posto dove si possa mangiare senza preoccupazioni e magari anche low budget?

Ma la Thailandia, naturalmente!

E, così, ci ritroviamo a parlare dei cibi della Thailandia. Dei cibi senza glutine della Thailandia, per la precisione; che sono tantissimi!

Naturalmente senza glutine, tra l’altro. Il che vuol dire che tutti gli ingredienti usati sono adatti all’alimentazione di un celiaco. Senza bisogno di togliere o aggiungere nulla chimicamente.

Si comincia con la colazione tra le bancarelle di Bangkok. Dove si può scegliere platani cotti alla brace, pancake al cocco, biscotti di riso soffiato intrisi di miele e sticky rice al mango.

Si continua con un pranzo leggero a base di frutta (fa troppo caldo per qualunque altra cosa).

E si conclude con una cena comoda. Che non dovrà essere fatta per forza in un locale per turisti. Ma che potrà esserepad thai-senza glutine-gluten free-thailandia-cibo-noodles-spaghetti-piccante acquistata da uno degli ambulanti di Chaos Road (che sono davvero economici). E consumata tranquillamente sui tavolini “volanti” seminati alla bell’e meglio attorno al carretto del cibo. Pad thai, riso con verdure o carne, spaghetti di soia con uova, omelette ripiene di fagioli, riso e zucca. Ci sarà solo l’imbarazzo della scelta. Unico accorgimento, annusate bene le salse prima di schiaffarle sul vostro pad thai; i tre quarti dei condimenti thailandesi picca da morire.

Tra l’altro, tutte le posate e i piatti sono usa e getta: assolutamente igienici. Ricordate solo sempre di sparecchiare e buttare il tutto nei sacchi neri appesi ai carretti. Forse non lo sospettavate neanche, ma i thailandesi sono veramente molto attenti a lasciare le strade sempre pulite e sgombere dai rifiuti.

Se doveste capitare in Thailandia durante qualche festa nazionale, come per esempio la festa delle luci, fate una tappa obbligata a Sukothai. Qui potrete mangiare sdraiati sulle stuoie preparate dagli ambulanti, sotto gli alberi. Gustando un gelato al cocco e frutta candita che è la fine del mondo.

Se avete intolleranze al glutine, dunque, per la vostra prossima vacanza scegliete senza remore il magico paese della Thailandia… lì persino i pancake sono fatti di riso!